Oltre 30 associazioni lucane al lavoro per preparare le liste alle prossime elezioni regionali. Ci saremo!

Verso il voto di novembre alle elezioni: uniti alternativi al partito regione, per  far vincere la Basilicata.

3 Agosto a Marconia su invito di Un’Altrabasilicata è possibile e 7 Agosto a Potenza su invito di Cittadini Protagonisti, due riunioni dei movimenti e delle associazioni lucane per fare sintesi, allargare la partecipazione, dare vita all’alleanza vasta e costruire l’alternativa per riprenderci il futuro

Lontani dai riflettori accesi sul teatrino della politica (che descrivono uno scenario fatto di solite liste di partito, soliti nomi e soliti interessi), sono continuati i contatti e gli incontri fra le reti e i movimenti lucani che si stanno confrontando sulle prossime elezioni regionali; gli stessi percorsi ed i luoghi di confronto  e discussione si vanno ampliando ed allargando mentre sempre più condiviso è l’obiettivo comune: fare in modo che a novembre all’appuntamento elettorale vi sia la più ampia, forte e credibile alternativa al Partito Regione ed alla sua finta opposizione, per riprendersi il futuro.

Di fronte al fallimento politico e di governo che ci ha portato ad una crisi drammatica ed al miserando spettacolo di miseria umana e morale in cui è precipitata la classe dirigente regionale, le migliori energie di questa regione sono chiamate ad un impegno nuovo rompendo gli indugi e vincendo la tentazione di continuare a stare alla finestra.

Obbligata è la strada: quella dell’unità che supera le tentazioni di piccoli orticelli, le presunzioni di avere la ricetta in tasca per risolvere i conti, le velleità di autonominarsi “salvatore della patria”,  l’ignavia di stare a guardare per capire se vale la pena, le divisioni ideologiche usate per dividerci nell’unico interesse di chi ha governato fin qui o ha fatto finta di fare opposizione. Tutti limiti che, se non superati, porteranno alla sconfitta e condanneranno  uomini e donne di Basilicata a subire la continuità con il passato e dunque la crisi economica, morale e di democrazia.

C’è bisogno di tutti: di fronte al salire dalla società lucana del giudizio fortemente negativo sulle bugie del “Modello lucano come regione felice” e sulla speranza di cambiamento ed alla voglia di “mandarli a casa”, tutti siamo chiamati a lavorare perché il cambiamento si realizzi e gli uomini e le donne lucani abbiano una vera e credibile alternativa di governo; i cittadini dei 131 comuni lucani hanno diritto ad un forte cambio di rotta che porti moralità nella vita politica regionale e negli indirizzi di gestione della dinamica sociale, economica e politica lucana partendo dalle proposte che mettono a valore le sue straordinarie risorse umane ed ambientali che vanno sottratte alla speculazione dei soliti noti.

I protagonisti della nuova Primavera Lucana di cui abbiamo bisogno stanno nella  vasta area di impegno civico, sociale e di movimento che quotidianamente fa i conti con i mille problemi che la politica regionale non ha saputo fin qui risolvere, fra gli amministratori dei nostri comuni e degli Enti territoriali che quotidianamente cercano di dare risposte sollecitando, inascoltati, la politica a fare il proprio dovere, fra gli imprenditori che cercano di mettere a frutto i loro investimenti trovando chiuse le porte in nome degli interessi delle solite cordate, fra i professionisti costretti a piegarsi al volere delle segreterie dei Partiti o all’esilio, fra i giovani umiliati dal non avere occasioni per mettere alla prova le proprie capacità, fra i disoccupati  e i lavoratori che hanno diritto al futuro senza doversi scappellare come è sempre avvenuto in questa Regione per colpa di una classe dirigente incapace di dare risposte trasparenti e credibili ma sempre pronta a garantire privilegi e piccoli/grandi interessi privati.

L’unità di cui abbiamo bisogno è la loro unità che si fa proposta alternativa decisa, forte e responsabile permettendo a tutti gli uomini e le donne di avere una motivazione vera per andare al voto a Novembre: quella di vincere, mandarli a casa ed aprire la strada alla Primavera Lucana di cui abbiamo bisogno.

L’assemblea dei movimenti tenuta a Potenza l’8 luglio aveva indicato con chiarezza i tre obiettivi su cui siamo chiamati:

– aprire una fase nuova nei contenuti e negli indirizzi di governo, una vera e propria fase costituente che parta dal programma immediato per affrontare la crisi drammatica e i disastri di una gestione fallimentare ma che, al tempo stesso, lavori con ambizione a tracciare un futuro non subalterno per una regione ricca di risorse umane, ambientali e culturali;

– dare vita ad una campagna elettorale dove si realizzi la più  larga, aperta, trasparente e democratica partecipazione di tutti gli uomini e le donne di Basilicata, uno spazio da coltivare nel tempo e ben oltre le elezioni per chi cerca di avere risposte e non le ottiene o, al contrario, è escluso o emarginato dalle cricche di sottopotere regionale cresciute all’ombra del modello dell’isola felice, per chi ha proposte, idee, istanze da far valere e vuole contribuire al progetto

– chiamare alla responsabilità i soggetti organizzati e quanti stanno discutendo della costruzione di liste con proposte elettorali a coordinarsi, a stare insieme facendo cartello, costruendo l’alleanza e trovando le unità necessarie per vincere.

Con questo spirito, ed in continuità con le riunioni precedenti di Un’Altra Basilicata è Possibile, invitiamo tutti e tutte a partecipare a Marconia il 3 Agosto alle ore 18  presso la sala del Comune per approfondire la proposta di contenuti di indirizzo e programmatici, le forme dell’Alleanza larga e rispettosa delle autonomie e la proposta di tenere a Settembre le primarie degli uomini e delle donne di Basilicata che dovrà decidere sulla proposta programmatica, sul codice morale per gli eletti, sulla composizione delle liste e sulla candidatura a Presidente della Regione Basilicata per la Nuova Primavera Lucana.

Con lo stesso spirito parteciperemo tutti ed invitiamo alla partecipazione a Potenza il 7 Agosto all’incontro “LA VERA BASILICATA” convocato a Potenza  da “Cittadini Protagonisti”, soggetto politico nuovo fondato per “lanciare la sfida al vecchio     potere politico cambiando e modernizzando la Basilicata” che chiama a discutere

– Per elaborare un vero programma di cambiamento

– Per proporre una nuova classe dirigente

– Per mandare a casa i politici incapaci, furbi e affaristi

Due appuntamenti di lavoro cui ne seguiranno altri nel mese di Agosto, mentre continuiamo a discutere con tutti i soggetti in campo alternativi a centrodestra e centrosinistra per dare vita al più ampio accordo elettorale.

Nessuno si faccia illusioni e scambi per debolezza, il lavoro vero e lontano dai riflettori cui sono abituati i movimenti, le associazioni e i cittadini.

Siamo in campo sul serio, ci saremo alle elezioni e ci saremo per vincere!

Lascia un commento

Your email address will not be published.